Scuola Infanzia, Primaria, Secondaria I grado, Liceo Scientifico
C.F. 96012690796 - C.M. VVIC81500A

Attività extracurriculari

extra curricular

“GioCoding”

A.S. 2020/21

Progetto extra-curricolare “GioCoding”

della Prof.ssa Angela Eleonora Fortuna

 

Destinatari:

Alunni della Scuola Secondaria di I grado di tutti i plessi

Descrizione:

Il coding nella scuola è una valida attività finalizzata allo sviluppo del pensiero computazionale, ovvero, la capacità di risolvere problemi.

Questo progetto è pensato per essere svolto nelle ore extrascolastiche attraverso la piattaforma GSuite for Education, condividendo materiali su Classroom e interfacciandosi con Meet, in questo modo si bypassano diverse difficoltà dell’anno in corso: la momentanea indisponibilità del laboratorio informatico della Scuola Secondaria di I grado, il coinvolgimento di collaboratori scolastici per tenere aperta la scuola, il rischio di contagio da Covid19 attraverso l’uso di dispositivi informatici di proprietà della scuola.

I ragazzi lavorerebbero comodamente da casa utilizzando il proprio PC.

Sono tre gli ambienti di programmazione pensati per svolgere il corso e introdurre i ragazzi al coding.

Il primo è Microsoft Kodu: un software gratuito che permette ai bambini di creare giochi per PC e Xbox, utilizzando un semplice linguaggio di programmazione visuale ad oggetti. Kodu è talmente semplice da prestarsi ad essere utilizzato già dalla scuola primaria in quanto non richiede specifiche competenze in materia di progettazione o di programmazione, è molto intuitivo (tutte le opzioni che offre sono accompagnate da immagini che ne raffigurano le finalità), e infine è scaricabile gratuitamente, per cui non ne derivano oneri legati all’acquisto di licenze software.

Il secondo ambiente di programmazione è MIT App Inventor, disponibile online gratuitamente, finalizzato allo sviluppo di applicazioni Android, creato da Google, ma ora di proprietà del Massachusetts Institute of Technology. Le applicazioni vengono create in maniera semplice e intuitiva grazie ad un’interfaccia “drag-and-drop”. Le app così create potrebbero essere pubblicate sullo store di Google, ma poiché tale azione comporta un costo, durante lo sviluppo è possibile provare le applicazioni direttamente sul cellulare/tablet tramite un software emulatore.

Anche l’ultimo ambiente è scaricabile gratuitamente dal web e si chiama Flowgorithm, uno strumento che permette di disegnare diagrammi di flusso per la risoluzione di qualsiasi problema, e offre la possibilità di tradurre il codice in qualsiasi linguaggio di programmazione.

Tempi:

Il progetto è cominciato nel mese di dicembre e si svolge ogni lunedì pomeriggio dalle 16,00 alle 18,00. Vedrà un totale di 8 incontri e 15h (gli ultimi due di un'ora e mezza ciascuno anzichè due).

 

Produzioni degli alunni:

Ogni alunno alla fine del corso dovrà presentare il proprio gioco, la propria app, o il proprio diagramma di flusso, ideato e creato autonomamente, con ciò che ha appreso durante il corso. Le consegne avverrano su Google Classroom ma si può anche pensare di realizzare un’area del sito web scolastico che funga da “vetrina” per i lavori migliori.

 

Guarda i videogiochi prodotti dagli alunni con Microsoft Kodu

La palestra dell'Istituto